Indagine magnetica per l’individuazione di ordigni bellici

    • 2 Feb 2024
      • News,

Tra il 13 e il 18 novembre 2023 è stata eseguita una prospezione geofisica magnetometrica con drone sui terreni agricoli tra i comuni di Santa Maria La Longa, Lauzacco e Percotto, nella provincia di Udine, Friuli-Venezia Giulia.

Obiettivo e metodologia di indagine

L’obiettivo della mappatura magnetometrica era finalizzato all’individuazione di eventuali ordigni bellici inesplosi.

La metodologia di indagine utilizzata è l’indagine magnetica in modalità campo magnetico totale, la più adatta a coprire superfici estese.

L’indagine è stata eseguita con un drone DJI M350 RTK ed un magnetometro R4 con 5 sensori fluxegate triassiali. Le sonde erano distanziate di 0,5 m ed erano collegate a un ricevitore GNSS in modalità RTK per il posizionamento delle misure.

I punti di misura sono stati georeferenziati mediante l’utilizzo del GNSS in modalità RTK integrato nel drone con correzioni differenziali via GPRS, con precisione di minimo 0.1 m in un sistema di riferimento assoluto.

Localizzazione dell’area

Indagini magnetiche

Le misure magnetiche danno informazioni sulle caratteristiche di suscettività magnetica del sottosuolo attraverso l’impiego di dispositivi portatili, detti magnetometri. I magnetometri sono strumenti di tipo passivo che misurano l’intensità del campo magnetico terrestre totale o in una delle tre direzioni principali.

L’indagine eseguita è di tipo triassiale con sottrazione della media del campo totale calcolata ogni 1,5 secondi di acquisizione con i sensori posti a distanza fissa dal suolo.

La mappatura del gradiente ottenuto dà indicazioni sull’estensione, la forma e le proprietà magnetiche di corpi la cui suscettività magnetica è diversa rispetto all’ambiente circostante.

Dall’analisi delle mappe è possibile individuare zone di probabile presenza di materiale estraneo.

Nell’indagine, il magnetometro è stato configurato in modo che la posizione assoluta dei 5 sensori fosse calcolati dai dati di navigazione del drone.


Strumentazione utilizzata: drone DJI Matrice 350 RTK

L’esclusivo sistema OcuSync Enterprise permette la trasmissione delle immagini fino a 15 km di distanza e supporta video 1080p su triplo canale di frequenza. La selezione automatica tra 2.4 GHz e 5.8 GHz4 consente un volo più affidabile in prossimità di ambienti ad alta interferenza, e la crittografia AES-256 garantisce la trasmissione sicura dei dati.

  • 15 km distanza di trasmissione;
  • 1080p video su triplo canale;
  • 2.4 /5.8GHz selezione automatica in tempo reale.

Il design della scocca e dei motori offre un movimento stabile ed efficiente, anche in condizioni di volo più complesse.

  • 55 min autonomia di volo;
  • 7m/s massima velocità di discesa;
  • 7000m quota di tangenza;
  • 15m/s resistenza al vento;
  • 23m/s velocità massima;
  • configurazioni di carico multiple.

Vuoi saperne di più?

Se sei interessato a conoscere meglio le caratteristiche tecniche di DJI Matrice 350 RTK, tutti i suoi campi di applicazione e i vantaggi d’uso, contattaci.


Strumentazione utilizzata: UAV Magnetometer R4-M350

UAV Magnetometer R4-M350
Il sistema integrato UAV Magnetometer R4-M350 è un kit di rilievo magnetico ultra-portatile con cinque sensori a 3 assi integrati su drone.

Il sistema integrato UAV Magnetometer R4-M350 è un kit di rilievo magnetico ultraportatile con cinque sensori a 3 assi integrati su drone.

Viene utilizzato per la mappatura ad alta risoluzione al fine di rilevare oggetti piccoli e compatti, nonché strutture nel sottosuolo, per il controllo preventivo di aree per la ricerca di ordigni bellici o munizioni e per la produzione di cartografie magnetiche scientifiche.

R4 è un magnetometro ultraportatile progettato per rilievi su vaste aree, quando le configurazioni convenzionali che prevedono l’utilizzo a terra da parte di persone o veicoli non sono più possibili: in questi casi, il drone rappresenta la migliore soluzione sia in termini di produzione che di sicurezza per l’operatore.

Il magnetometro R4 può essere anche configurato con maniglia e ricevitore GNSS per l’uso a terra da parte dell’operatore ed in configurazione gradiometrica per migliorare la risoluzione del dato.

Vuoi saperne di più?

Se sei interessato a conoscere meglio le caratteristiche tecniche di UAV Magnetometer R4-M350, tutti i suoi campi di applicazione e i vantaggi d’uso, contattaci.


Elaborazione dei dati

L’analisi dei dati è stata eseguita secondo il seguente procedimento:

  • Analisi statistica dei dati, al fine di eliminare le misure rumorose o eventualmente non utili al rilievo;
  • Filtro dei dati sovrapposti;
  • Eliminazione delle frequenze spurie;
  • Compensazione del campo magnetico terrestre totale ogni 3m, che equivale alla velocita di 2m/s ad una compensazione ogni 1.5s.
  • Smussamento del dato con il filtro hodrick prescott con una frequenza di 5hz;
  • Conversione del dato al sistema metrico EPSG 32633;
  • Interpolazione esatta dei dati su maglia regolare di 0.1 x 0.1 m con algoritmo di interpolazione di tipo “natural”;
  • Ricerca automatica dei massimi relativi nei RAW data per valori assoluti dell’intensità del campo magnetico totale superiore a 10nT;
  • Ricerca automatica dei massimi relativi nei RAW data per valori assoluti dell’intensità del campo magnetico totale superiore a 5nT.
  • Clustering dei minimi e massimi relativi rilevati in funzione della distanza e calcolo dei centroidi dei cluster;
  • Visualizzazione dei dati elaborati e referenziati su mappe bidimensionali in ambiente GIS.
Anomalie individuate

Hai bisogno di consulenza o assistenza?

Compila il form con i tuoi dati specificando di cosa hai bisogno nella sezione Tipo di Richiesta. Il nostro team è a tua disposizione per trovare la migliore soluzione alle tue esigenze.