• Home
  • >
  • Formazione
  • >
  • Corsi
  • >
  • CORSO MISURA DEL POTENZIALE DI CORROSIONE DELLE ARMATURE – Cod. PZ

Misura del Potenziale di Corrosione delle Armature

CORSO MISURA DEL POTENZIALE DI CORROSIONE DELLE ARMATURE – Cod. PZ

Corso Misura del Potenziale di Corrosione delle Armature – cod. PZ

In conformità con la UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile” e secondo il Regolamento RINA RC/C18 per la certificazione del personale addetto alle prove non distruttive, semidistruttive sulle strutture in calcestruzzo, calcestruzzo armato e precompresso, muratura.

Le ore di addestramento previste, che includono corsi pratici e teorici, sono 24 ore, così come previsto dal Regolamento RINA e UNI/PdR 56:2019.

Iscriviti al corso

Compila il form con i tuoi dati e mettiti in contatto con noi. Un consulente sarà a tua disposizione per valutare insieme a te le tue esigenze.



    * Campi obbligatori

    Il corso

    La metodologia di prova del potenziale di corrosione delle armature specifica la procedura per la misura e la mappatura del potenziale elettrico delle armature, al fine di valutare se, al momento della misura, è in atto un processo di corrosione generalizzato o localizzato. La normativa di riferimento, UNI 10174:2020, fornisce inoltre le indicazioni circa l’interpretazione dei dati di misura e della loro mappatura.

    Contenuti

    Le strutture in calcestruzzo armato possono essere soggette ad azioni esterne ambientali tali da favorire l’innesco del processo di corrosione dopo un periodo più o meno lungo di tempo. La UNI 10104 prescrive per ogni classe di esposizione alle azioni ambientali i valori limite di composizione del calcestruzzo per garantire una vita utile di progetto non minore di 50 anni, posto che siano rispettati i valori di copriferro previsti dalla UNI EN 1992-1-1 e che l’esecuzione dell’opera sia conforme alla UNI EN 13670. Tuttavia un’errata valutazione della severità delle azioni ambientali e/o una inadeguata messa in opera, può condurre al precoce manifestarsi di danneggiamenti e quindi, conseguentemente, a interventi di manutenzione. Conoscere lo stato di servizio di una struttura, o di una sua parte, attraverso regolari ispezioni visive è fondamentale ma potrebbe non essere sufficiente per pervenire a conclusioni affidabili. A tal scopo sono necessarie ulteriori indagini mirate ad accertare le eventuali cause di ammaloramento delle opere. Fra queste vanno annoverate quelle non distruttive allo scopo di valutare l’estensione e la localizzazione delle zone soggette a eventuali processi di danneggiamento.

    In tale contesto la mappatura di potenziale rappresenta un metodo di indagine non distruttiva particolarmente adatto per una valutazione preliminare dello stato di corrosione delle armature presenti nella struttura. Metodo che può essere efficacemente integrato con altre informazioni quali per esempio le condizioni di esposizione ambientale, il contenuto di ioni cloruro, la profondità di carbonatazione, la presenza di aree con delaminazioni o distacchi localizzati.

    Il principio sul quale si basa il metodo di prova consiste nella misura della differenza di potenziale elettrico fra le barre di armatura in acciaio e un elettrodo di riferimento. Il valore misurato fornisce informazioni circa l’esistenza di un processo di corrosione in atto al momento dell’indagine. La rappresentazione dei risultati avviene attraverso la mappatura di curve di isopotenziale ottenute per interpolazione dei dati misurati di potenziale.

    A chi è rivolto

    Il corso è destinato ai liberi professionisti (ingegneri, architetti, geometri, ecc.), ai ricercatori e sperimentatori operanti nei laboratori prove materiali ed in enti di ricerca, ai tecnici delle pubbliche amministrazioni, ai tecnici delle imprese.

    Le iscrizioni dovranno essere confermate compilando il modulo di iscrizione e versando la quota di acconto pari a 305,00€ (250,00€ +IVA) da eseguirsi mezzo bonifico bancario o carta di credito.

    Una volta confermata l’iscrizione al corso, inviare all’indirizzo formazione@novatest.it la seguente documentazione:

    • Modulo di Richiesta Certificazione “FORM-NDTciv” compilato (scaricabile nella sezione Download);
    • Offerta timbrata e firmata per accettazione;
    • Curriculum vitae firmato;
    • Attestato di esperienza firmato dal datore di lavoro o autodichiarazione (fac-simile scaricabile nella sezione Download);
    • Certificato oculistico recente comprovante l’acuità visiva Jaeger n.1 o Times Roman n.4,5 ad una distanza non inferiore a 30 cm e senso cromatico (fac-simile scaricabile nella sezione Download);
    • Copia del titolo di studio;
    • Copia del documento di identità.

    Hai bisogno di maggiori informazioni?

    Compila il form con i tuoi dati e mettiti in contatto con noi. Un consulente sarà a tua disposizione per valutare insieme a te le tue esigenze.



      * Campi obbligatori

      Corsi correlati

      Potrebbe interessarti anche...

      CORSO METODO SonReb


      • In una delle nostre sedi: Milano, Bologna, Roma, Falconara Marittima, Perugia
      • 08-12 febbraio 2021

      “Metodo SonReb” Indagini Sclerometrica, Magnetometrica, Ultrasonica – cod. SC -MG -UT In conformità con la UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale…

      CORSO GEORADAR


      • In una delle nostre sedi: Milano, Bologna, Roma, Falconara Marittima, Perugia
      • 25-29 gennaio 2021

      Indagini Georadar nei settori: geologico, ambientale e strutturale – Cod. GR In conformità con la UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale…

      CORSO PROVE DI CARICO


      • Falconara Marittima
      • dal 30 novembre al 4 dicembre 2020

      Prove di carico su solai, pali di fondazione, piastra, ponti e viadotti – Cod. PC In conformità con la UNI/PdR…

      Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

      Compila il form con i tuoi dati e riceverai ogni mese le nostre news sulle novità di settore, gli aggiornamenti sui prodotti e sulle attività di formazione.