CORSO georadar

“Indagini Georadar nei settori Geologico, Ambientale e Strutturale” – cod. GR

Secondo il Regolamento RINA RC/C18 per la certificazione del personale addetto alle prove non distruttive, semidistruttive sulle strutture in calcestruzzo, calcestruzzo armato e precompresso, muratura.

OBIETTIVI

Il corso prevede lo studio della metodologia, l’analisi di casi studio, esercitazioni pratiche con successiva elaborazione dei dati per la preparazione all’esame di 2° livello RINA.

L’obiettivo principale è apprendere la corretta metodologia per l’esecuzione delle prove con martinetti singoli o doppi in accordo alla normativa vigente. La prova con martinetto piatto singolo è solitamente utilizzata per stimare lo stato di tensione locale presente nelle strutture murarie. La prova con martinetto piatto doppio consente invece di determinare le caratteristiche di deformabilità della muratura, nonché di fornire una indicazione sul valore di resistenza della stessa.

CONTENUTI

Profondità di penetrazione e risoluzione dipendono dalla frequenza delle antenne, dalle proprietà elettromagnetiche del terreno e dalle caratteristiche dei bersagli.

Il GPR è potenzialmente in grado di rilevare qualunque anomalia nel sottosuolo, grazie al contrasto tra le proprietà elettriche del materiale (metallo, cemento, muratura, pvc, polietilene, ecc.) e quelle del terreno.
Indipendentemente dal budget, dall’ambito o dall’importanza di un progetto, il conseguimento di informazioni precise sul sottosuolo offre una serie di vantaggi di fondamentale importanza:

• Minimizzazione dell’impatto sul traffico veicolare
• Ottimizzazione degli scavi (scavare nel posto giusto al primo colpo )
• Minimizzazione dei rischi di danneggiamenti
• Riduzione dei tempi di scavo
• Riduzione dei costi e dello sperpero di risorse
• Il Georadar, essendo un’indagine non distruttiva e non invasiva, è in grado di fornire un’immagine del sottosuolo di rapida esecuzione, economica, oggettiva, verificabile e precisa, fornendo il 100% di copertura della zona di progetto.

Le applicazioni dello strumento sono:

• Mappatura di condotte e strutture in zone urbane ed extraurbane;
• Localizzazione di armature, fusti e serbatoi sepolti;
• Ricerche archeologiche, monitoraggio di edifici storici;
• Indagini strutturali su pareti e pavimentazioni (edifici, calotte di gallerie, ecc.);
• Monitoraggi di massicciate stradali e ferroviarie;
• Analisi profili stratigrafici e caratterizzazione del terreno (indagini geolitologiche);
• Monitoraggi in fori pilota verticali e/o orizzontali per l’individuazione di fratturazioni, cavità o manufatti sepolti.

A CHI E' RIVOLTO

Il corso “Indagini Georadar nei settori Geologico, Ambientale e Strutturale” – cod. GR è rivolto a tutti i tecnici e le aziende che svolgono attività inerenti l’ingegneria, la geologia, l’archeologia e l’edilizia in genere ma anche a chi ha intenzione di approcciarsi per la prima volta a tale tipo di indagine così da cogliere nuove opportunità di mercato.

Scroll to top