CORSO georadar

“Indagini Georadar nei settori Geologico, Ambientale e Strutturale” – cod. GR

In conformità con la UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile” e secondo il Regolamento RINA RC/C18 per la certificazione del personale addetto alle prove non distruttive, semidistruttive sulle strutture in calcestruzzo, calcestruzzo armato e precompresso, muratura.

OBIETTIVI

Il corso prevede lo studio della metodologia, l’analisi di casi studio, esercitazioni pratiche con successiva elaborazione dei dati per la preparazione all’esame di 2° livello RINA.

Al termine del percorso il Tecnico  Certificato di II livello sarà in grado di eseguire in autonomia le indagini, interpretare i radargrammi ed elaborare i report d’indagine da consegnare alla committenza.

CONTENUTI

Profondità di penetrazione e risoluzione dipendono dalla frequenza delle antenne, dalle proprietà elettromagnetiche del terreno e dalle caratteristiche dei bersagli.

Il GPR è potenzialmente in grado di rilevare qualunque anomalia nel sottosuolo, grazie al contrasto tra le proprietà elettriche del materiale (metallo, cemento, muratura, pvc, polietilene, ecc.) e quelle del terreno.
Indipendentemente dal budget, dall’ambito o dall’importanza di un progetto, il conseguimento di informazioni precise sul sottosuolo offre una serie di vantaggi di fondamentale importanza:

• Minimizzazione dell’impatto sul traffico veicolare
• Ottimizzazione degli scavi (scavare nel posto giusto al primo colpo )
• Minimizzazione dei rischi di danneggiamenti
• Riduzione dei tempi di scavo
• Riduzione dei costi e dello sperpero di risorse
• Il Georadar, essendo un’indagine non distruttiva e non invasiva, è in grado di fornire un’immagine del sottosuolo di rapida esecuzione, economica, oggettiva, verificabile e precisa, fornendo il 100% di copertura della zona di progetto.

Le applicazioni dello strumento sono:

• Mappatura di condotte e strutture in zone urbane ed extraurbane;
• Localizzazione di armature, fusti e serbatoi sepolti;
• Ricerche archeologiche, monitoraggio di edifici storici;
• Indagini strutturali su pareti e pavimentazioni (edifici, calotte di gallerie, ecc.);
• Monitoraggi di massicciate stradali e ferroviarie;
• Analisi profili stratigrafici e caratterizzazione del terreno (indagini geolitologiche);
• Monitoraggi in fori pilota verticali e/o orizzontali per l’individuazione di fratturazioni, cavità o manufatti sepolti.

A CHI E' RIVOLTO

Il corso “Indagini Georadar nei settori Geologico, Ambientale e Strutturale” – cod. GR è rivolto a tutti i tecnici e le aziende che svolgono attività inerenti l’ingegneria, la geologia, l’archeologia e l’edilizia in genere ma anche a chi ha intenzione di approcciarsi per la prima volta a tale tipo di indagine così da cogliere nuove opportunità di mercato.

Scroll to top